Parchi pubblici e decoro urbano

di Luca Truzzolillo*Il Parco Peppino Impastato è, per molti cittadini, una risorsa. Nonostante le sue lacune in termini di dotazione di giochi per bambini (una sola altalena e due scivoli sono veramente pochi), quelle in termini di sicurezza (l’area giochi per i più piccoli è troppo vicino la strada e non c’è un recinto di protezione) e quelle in termini di capacità attrattive (nonostante le sale e gli spazi disponibili), è quotidianamente frequentato da centinaia di persone di ogni età. Tra chi ci organizza le feste di compleanno e chi porta figli e nipoti a giocare e ancora chi va quotidianamente a correre, il Parco è a Lamezia una risorsa verde disponibile nelle immediate vicinanze dei centri abitati. E’ uno di quei punti cruciali, per posizione, facilità di collegamento ed estensione territoriale, che unisce vari quartieri di Lamezia e, come tutto ciò che di meglio abbiamo, è abbandonato!

index

La bella stagione sembra arrivata  e il parco non è per nulla pronto. A dire la verità è dalla sua inaugurazione che il parco, gestito e manutenzionato da associazioni esterne, non ha mai risolto quei piccoli problemi che l’usura e il tempo hanno saputo creare, ma almeno un minimo di pulizia e la cura del verde erano garantite. Per quest’anno invece non sembrano esserci speranze.

index2
La terna commissariale aveva indetto la gara per la manutenzione trimestrale di aree verdi e fontane (per un totale di oltre 48.000 euro) tenendo però fuori dall’ambito dell’intervento proprio i parchi cittadini, dei quali speriamo si possa avere notizia al più presto, perché nell’attesa delle giuste determine e delle opportune delibere, quelle rotture nel manto anti infortuni del parchetto per i bimbi rischiano di diventare il motivo di pericolo più preoccupante per un genitore, l’erba nel prato diventa sempre più alta e l’immagine complessiva di uno dei posti che dovrebbe tenere alto il nome di Lamezia (nonostante tutto!) diventa ancora una volta motivo di fastidio e causa di insofferenza per ognuno di noi e si somma alle condizioni precarie che Lamezia ormai manifesta su ogni fronte.

Ci stiamo abituando a sopravvivere, ci stanno abituando ad accontentarci. Non può andare così…

Anche per questo posto come per gli altri parchi di Lamezia diventa necessario avere una visione complessiva che guardi, senza mai distogliere l’attenzione, al futuro di chi contribuirà a far diventare finalmente Lamezia il posto che merita: i nostri figli.

 

*Attivista del Meetup 5 Stelle Lamezia

 

© La riproduzione del testo è consentita, purché si citi come fonte questo blog e l’eventuale autore.