Monnezza Tour

di Franco Gallo* – Comincia il nostro nuovo tour permanente di sensibilizzazione e denuncia sullo stato di degrado di molte zone della nostra città. Di volta in volta segnaleremo con foto e video situazioni di abbandono di rifiuti, come abbiamo sempre fatto, e raccoglieremo le proteste e le proposte dei cittadini per trovare insieme le soluzioni più appropriate. Il rispetto dell’ambiente e le scelte politiche che ne derivano passano in primo luogo dalle sensibilità individuali.

monnezzatour

Il Meetup 5 Stelle di Lamezia Terme – Amici di Beppe Grillo invita tutti i cittadini a partecipare al Monnezza Tour adottando una “discarica intermedia” e mandandoci foto e brevi commenti. Cerchiamo di capire insieme cosa succede. Partecipa. Scegli. Cambia.

Domenica 27 MaggioMonnezzaTour10 – CHI DI MONNEZZA FERISCE DI MONNEZZA PERISCE! di Franco Gallo

 

sketch-1522388470766

Domenica 22 AprileMonnezzaTour09 – MONNEZZA CROCE E DELIZIA! di Franco Gallo
Sono certo che buona parte dei cittadini di Lamezia si chieda perché la città sia invasa costantemente dai rifiuti e perché, pur pagando il servizio “profumatamente”, la raccolta e lo smaltimento facciano letteralmente pena. Il dato certo è che Lamezia giace ferita sotto montagne di rifiuti e che lo spettacolo raccapricciante e inquietante che ne deriva sta diventando una cosa normale quasi facesse parte del “decoro” urbano. Anche quando i “monnezzari” vengono ripuliti svuotando i cassonetti la pulizia dei siti resta approssimativa e mal eseguita, anzi, spesso vengono prodotti seri danni ai marciappiedi a causa dell’uso delle ruspe usate per la rimozione. I cassonetti sono vecchi e malandati e, lungi dallo stare chiusi, emanano un fetore incredibile. Potrebbe sembrare un discorso per soli “addetti ai lavori” e invece sono loro che ci hanno ridotto così. Il senso comune, senza discorsi complicati, suggerisce che il servizio svolto è penoso e soprattutto non proporzionato a quanto paghiamo di tasse. Suggerisce anche lo scarso impegno nella pulizia minima dei monnezzari dopo la raccolta. In più sussurra all’orecchio: a chi conviene? Chi ci guadagna? Come spendono i nostri soldi? C’entra il malaffare? Tra le cause del degrado, solo alla fine citerei l’inciviltà profonda e calcificata di alcuni pezzi della cittadinanza che spargono le proprie deiezioni (sterro, elettrodomestici, materassi, gomme, sedie, plastica ecc.) ovunque qualificandosi come veri pezzi di….. Lascio a voi la conclusione. Se ne esce soltanto con la raccolta differenziata spinta fatta porta a porta e considerando la monnezza una risorsa economica per la collettività. La monnezza può essere una croce pesante, ma anche un’autentica delizia!

 

Martedi 10 AprileMonnezzaTour08 – In soli due giorni ci sono arrivate diverse segnalazioni di situazioni critiche nella gestione dei rifiuti in città. Cominciamo con il solito monnezzaio di Via G. Amendola, coi cassonetti vuoti e i rifiuti di tutti i tipi sparsi attorno:

Questa invece è Via Trento by night, con condizioni igieniche estreme in pieno centro:

Restiamo sempre in centro e ci spostiamo in Via Milite Ignoto angolo Via Oberdan, dove il passaggio dei pedoni è ostruito dai rifiuti:

E per concludere questo giro di segnalazioni ci spostiamo nel centro storico di Sambiase, in Via Tre Ponti:

Il Meetup 5 Stelle di Lamezia Terme – Amici di Beppe Grillo ringrazia i cittadini che hanno segnalato le situazioni di degrado ed invita tutti a partecipare al Monnezza Tour adottando una “discarica intermedia” e mandandoci foto e brevi commenti. Cerchiamo di capire insieme cosa succede, e di individuare le soluzioni possibili.

bannermtour

Domenica 8 Aprile MonnezzaTour07. Buona domenica con la monnezza del monnezzaio di Via G. Amendola di Lamezia Terme. Cassonetti scassati stracolmi. Rifiuti di ogni genere sparsi attorno ai cassonetti: latta dell’olio, cuscini di divani e tante altre belle cose che vedete in foto. Praticamente è un invito ai cittadini, specie se incivili, a conferire ogni tipo di monnezza in via G. Amendola. Errori penosi nell’organizzazione dello smaltimento. La differenziata non si fa a macchia di leopardo, va fatta su tutto il territorio. È per questo che i cittadini poco volenterosi (e poco civili) nella differenziata del loro quartiere vanno a “buttare” dai vicini. La differenziata dovrebbe essere “spinta” cioè a 12 elementi. Ma questa è un’altra storia. Adotta un monnezzaio anche tu e segnaliamo insieme ai “monnezzieri” la situazione sul territorio. Magari si convincono a usare metodi più efficaci.

 

sketch-1522870823873

Sabato 7 Aprile MonnezzaTour06. Degrado e abbandono in Località Quadrate – di Giovanni Vitale.

Dal centro alla periferia la sostanza non cambia. Il degrado e l’abbandono di rifiuti di tutti i tipi, tra cui un frigo ed i classici copertoni esausti, nella zona dei complanari dimostrano che il servizio di raccolta fa acqua da tutte le parti. Non è proprio un bell’esempio di decoro urbano.

sketch-1522388874483

Mercoledì 4 Aprile 18 ore 8:30 – MonnezzaTour 05Il Vero Amore Non Inquina! – di Franco Gallo.

La pineta è un grande polmone verde. Lamezia ha due polmoni: uno al mare a Ginepri e l’altro a Parco Dossi-Comuni sulla provinciale 79. Spesso le pinete diventano alcove improvvisate. Lo si capisce dagli esiti degli incontri amorosi automobilistici. A terra c’è di tutto: caramelle per l’alito, fazzolettini e tovagliolini, scatole di profilattici e profilattici, bottiglie d’acqua o thè e incarti di altri generi di conforto. Li classifico nell’ordine esatto di espulsione dalla macchina. Per carità, nessun bacchettonismo, c’è un tempo per tutto, però, che diamine, portatevi un sacchetto di plastica e depositate tutto lì dentro.

Non si buttano le cose dal finestrino producendo un immondezzaio amoroso. L’amore è un “atto d’amore”, lo dice la parola stessa e come tale non è inquinante. La nota positiva, si vede chiaramente dai numerosi profilattici sparsi a terra, è che i rapporti sono “protetti” e dunque sicuri. Questo è bene. Ora fate un passo in più e smaltite gli “RSA” (Rifiuti Solidi Amorosi) nella pattumiera di casa vostra. Dalle foto e dal video allegati capirete di cosa parlo. Questo attiene al senso di civiltà dei cittadini. Non c’è servizio pubblico che tenga.

sketch-1522658405393

Venerdì 30 Marzo Ore 16.30 – MonnezzaTour04. Discarica abusiva di rifiuti pericolosi di Via dei Piceni – Niente! Ancora niente anche in questo caso. Nonostante il sito contaminato sia stato segnalato già alcuni giorni fa dal nostro attivista Giovanni Vitale, il cumulo di lastre di eternit è ancora li in bella vista, senza protezione alcuna. Lo smaltimento fai da te può sembrare più economico, ma produce danni terribili alla collettività in termini di costi economici e sociali. Quanto costerà ora bonificare quell’area? Quante persone sono ancora esposte a rischio diretto delle fibre di amianto? A chi giova tutto ciò?

sketch-1522419448999

Mercoledì 28 Marzo Ore 12:30. MonnezzaTour03. Discarica intermedia di Via G. Amendola –   Niente! Ancora niente. Cassonetti vuoti ma monnezza sparsa ovunque. Compare un estintore oltre alle solite bottiglie di plastica e permangono gli indumenti usati. Campeggiano ancora i resti di una sedia a sdraio posta forse a protezione di un tombino scoperto.

Il vento e la pioggia fanno il resto spargendo il monnezzaio ovunque. Poi i rifiuti arrivano a mare, gli scoli vanno nelle falde e prima o poi mangeremo e berremo la nostra stessa monnezza. E pure qualche altra cosa dovuta alla pessima depurazione. Ciò che vedete in questa città non è normale. Come ne usciamo?

 sketch-1522651284404

Lunedì 26 Marzo. Ore 18:00. MonnezzaTour02 – Sì, finalmente hanno ritirato l’eccedenza di monnezza giacente da giorni fuori dai “catoni” della discarica di via G. Amendola. Gli addetti hanno sfidato il maltempo di oggi portando a termine la mission impossible. Ció che vedete in foto è l’esito dell’intervento di pulizia. Non sembra proprio un capolavoro.

Bene, voglio vedere il bicchiere mezzo pieno! Immagino che domani verranno a completare la pulizia. Se così non fosse significherebbe che è molto approssimativo il concetto di “pulizia” in chi la esercita. Forse manca il personale.

Per concludere: avete fatto pulizia. Bravi! Grazie. Però potevate portarla a termine, la pulizia, evitando che la monnezza si disperda ovunque. Auspico un maggior senso del decoro cittadino.

sketch-1522665257460

Domenica 25/3/2018. MonnezzaTour01 – Anche oggi buongiorno con panorama monnezza. Cassonetti vuoti. Significa che li svuotano. Monnezza varia sparsa costantemente attorno ai cassonetti. Composizione: elettrodomestici, gomme, cartone, osso di animale non identificato (forse vacca o porco), vestiti reputati inidonei, scarpe vecchie, ferro. Chi vuole può approfondire di persona, e non solo in via G. Amendola.
Spiegazioni: sistema di smaltimento sbagliato, incompetenze gestionali, cattiva organizzazione del lavoro, basso concetto di decoro cittadino, poca voglia di fare pulizia correttamente da parte di chi dovrebbe farla, inciviltà dei cittadini. Se ho dimenticato qualcosa, ditemelo.
Domande finali: a chi conviene tutto questo? Chi ci guadagna? Come si risolve il problema? Qualche idea ce l’avrei..E voi?

 

sketch-1522870823873

 

*Attivista del Meetup 5 Stelle Lamezia

 

© La riproduzione del testo è consentita, purché si citi come fonte questo blog e l’eventuale autore.