Caro Lametino ti scrivo

Cari concittadini,

era questa l’amministrazione che pensavate di votare per un riscatto sociale ed economico?Pensavate davvero che bastava fidarsi delle solite facce e delle solite promesse da marinai per rottamare la classe politica che ha ridotto la città alla bancarotta morale ed economica?
Pensavate davvero che affidarsi alle varie “famiglie” fosse la scelta giusta?
Pensavate davvero che i soliti nostri parlamentari avessero cambiato il modo di agire evitando di creare quelle alleanze di collusione che oggi tocchiamo con mano?
Pensavate davvero che dietro il volto di un onesto avvocato non si potessero celare, senza che lui ne fosse consapevole o compartecipe, interessi oscuri, intrighi e collusioni con la peggiore feccia del paese?
Sbagliare nelle scelte politiche è umano ma perseverare è deleterio per noi e per il futuro di una città che muore giorno dopo giorno.
Noi come due anni fa lanciamo un auspicio a tutti i lametini onesti e stremati, affinché uno scatto di orgoglio prevalga sul futuro destino di questa martoriata città.

LameziaEtnaFotoCataudo